Nell’era digitale, le immagini giocano un ruolo fondamentale nella creazione di contenuti accattivanti sul web. Tuttavia, è altrettanto cruciale ottimizzare correttamente queste immagini per migliorare la SEO e l’esperienza utente. Questa guida dettagliata esplorerà i passaggi chiave per ottimizzare le immagini, inclusi l’uso dell’Alt Text, l’ottimizzazione dei nomi dei file, le dimensioni consigliate e l’integrazione di sitemap delle immagini.

Perché le immagini sono importanti per un blog

Partiamo da una statistica importante: “gli articoli di blog che contengono immagini ottengono il 94% di visualizzazioni in più rispetto ad articoli senza immagini”.

  • Le immagini catturano l’attenzione. Le persone sono attratte dalle immagini. Teniamo sempre presente che gli utenti “scansionano” le pagine web e magari una bella immagine, può fermare lo scroll di un articolo, facendo restare un utente più a lungo sul tuo contenuto.
  • Le immagini raccontano una storia, forniscono un ulteriore contesto visivo ai nostri paragrafi di testo, rendendo così la lettura e i nostri contenuti più interessanti e esaurienti.
  • Le immagini favoriscono la condivisione. Le persone amano condividere contenuti visivamente accattivanti sui social media.
  • Le immagini rafforzano il tuo brand. Le immagini coerenti con il tuo brand e con il messaggio che vuoi trasmettere contribuiscono a creare un’identità visiva forte per il tuo blog e aiutano i tuoi lettori a riconoscerti e a ricordarti nel tempo.
  • Le immagini migliorano il posizionamento sui motori di ricerca. Google e altri motori di ricerca indicizzano anche le immagini.
  • Le immagini incrementano il traffico organico. Se le tue immagini vengono trovate attraverso ricerche su Google Immagini, gli utenti potrebbero cliccare per vedere l’articolo dove sono state inserite, aumentando di conseguenza anche il traffico verso il tuo blog.

Ora passiamo ad aspetti più tecnici, ossia cosa dobbiamo ottimizzare: 

Ottimizzazione dei Nomi dei File

La scelta del nome del file per le immagini è spesso trascurata, ma ha un impatto significativo sulla SEO. Evitare di utilizzare nomi generici come “IMG001.jpg” e, invece, utilizzare parole chiave pertinenti al contenuto dell’immagine. Ad esempio, se l’immagine mostra un tramonto a New York, potrebbe essere denominata “tramonto-new-york.jpg“. Questo aiuta i motori di ricerca a comprendere il contesto dell’immagine.

Alt Text: Una Descrizione Essenziale

L’Alt Text, o testo alternativo, è una parte cruciale dell’ottimizzazione delle immagini per la SEO. Quando si crea l’Alt Text, assicurarsi di fornire una descrizione accurata e dettagliata dell’immagine. Utilizzare parole chiave pertinenti e evitare di saturare con troppi dettagli. Un Alt Text ben scritto non solo migliora la SEO ma fornisce anche una descrizione significativa per gli utenti con disabilità visive. Per esempio su un file nominato “tramonto-new-york.webp” l’Alt Text potrebbe essere “Suggestivo tramonto sulla skyline di New York“.

Qui un esempio della compilazione dell’Alt Text nella Libreria Media di WordPress:

Dimensioni delle Immagini: Trovare l’Equilibrio Perfetto

Le dimensioni delle immagini influenzano direttamente il tempo di caricamento della pagina. Per il web si consigliano le seguenti dimensioni:

  • immagini orizzontali di 800×600 pixel e Dpi 72
  • immagini verticali 600×800 pixel e Dpi 72

assicurandoci anche che le immagini non superino il peso di 50-100KB (linee guida Seo). Possiamo utilizzare strumenti online di compressione delle immagini per ridurre le dimensioni senza compromettere la qualità.

Formato delle immagini:

  • WebP, solitamente il miglior formato per le immagini di un blog.
  • JPEG, consigliato per le foto di grandi dimensioni o le illustrazioni.
  • PNG, se vuoi mantenere la trasparenza dello sfondo dell’immagine
  • SVG, consigliato solo per loghi e icone oppure se lavori con CSS e JavaScript. 

Creare una Sitemap delle Immagini

Una sitemap delle immagini è un elenco dettagliato XML di tutte le immagini presenti sul sito, insieme ad alcuni metadati, come ad esempio i titoli, le descrizioni e così via. Questo aiuta i motori di ricerca a indicizzare e comprendere meglio il contenuto visivo. Assicurarsi che la sitemap delle immagini sia aggiornata regolarmente e collegarla al file robots.txt per consentire ai motori di ricerca di trovarla e indicizzarla più facilmente.

Alcuni consigli relativi all’utilizzo della sitemap per le immagini:

  • Se il tuo blog si basa sulle immagini dovresti considerare di includerle in una sitemap. Un esempio sono gli e-commerce, i blog di viaggio o i blog artistici, progetti in cui molto spesso le ricerche vengono fatte per immagini
  • Se hai un sito web nuovo e non hai ancora una presenza online solida, includere le immagini nella sitemap potrebbe accelerare il processo di indicizzazione

Leggi anche: Sitemap XML cos’è come crearla e come inviarla correttamente a Google

Conclusione:

L’ottimizzazione delle immagini è un passo fondamentale per migliorare la visibilità online. Utilizzando Alt Text descrittivi, nomi di file pertinenti, dimensioni ottimizzate e una sitemap delle immagini ben strutturata, è possibile massimizzare il potenziale SEO delle immagini. Investire tempo nell’ottimizzazione delle immagini si tradurrà in un miglior posizionamento sui motori di ricerca e in un’esperienza utente ottimizzata.